CASE COZY COSI’. STANZE DAL MONDO

CASE COZY COSI’. STANZE DAL MONDO

Per quanto lo sguardo sia rivolto ad un futuro digitale dove le case dei sogni le troveremo nel metaverso, torna forte il desiderio di comfort, di quella home-cocoon che, anche se piccolissima, deve essere rassicurante e personale. Nella sezione Case Cozy Così “stanze” con stili diversi ci arrivano da paesi diversi. 

 

Un confronto stimolante e senza confini che crea, con forme morbide design minimale e human technology, ambienti dall’alto tasso di benessere abitativo introducendo anche il “design sentimentale”che attinge ai ricordi familiari sviluppando innovazione. Come nel caso, tra gli altri, del giovane designer ungherese Gaspar Bonta di Egyenes Labirintus Kör che si ispira ai ricordi d’infanzia e dei nonni, entrambi artisti. Arrivano dalla Polonia i salotti di Sits che li costruisce con rassicurante sostenibilità nella scelta delle lavorazioni e dei materiali. Dal Giappone ecco il soggiorno essenziale e tecnologico di mui Lab, con i sensori sensibili che adattano autonomamente luminosità, temperatura, suoni. Da Singapore invece i complementi passpartout di OBJKT Studio.

La presenza last-minute, forse più emozionante, è quella di Noom, azienda ucraina che nonostante la guerra è riuscita a ritagliarsi un angolo sicuro per terminare la produzione di un simbolico salotto disegnato da Kateryna Sokolova e portarlo a Milano per l’occasione della Settimana del Design. A cui si è aggiunto, last-last-minute, su segnalazione di Kateryna, Dmitriy Slinkov con due piccoli pezzi dall’insolito disegno, pouf e tavolino, di Woo. Dall’Italia arrivano interessanti idee: i pezzi contemporanei di Elli Design, in plastica 100% riciclata, realizzati attraverso manifattura additiva, che guardano al dialogo fra la natura – con la sua perfetta imperfezione – l’artigianalità e l’innovazione.

L’importanza dell’illuminazione nel creare ambienti di grande impatto visivo la sottolinea Icone Luce con le sue lampade più recenti, progettate da Marco Pagnoncelli, semplici nella forma ma preziose nelle lavorazioni e nei materiali, accostate a altre riconosciute icone del design. Poi la semisfera che purifica l’aria di My Air Pure con il progetto Space di Giorgio d’Alessandro e le innovative soluzioni domotiche di Black Nova.